7 GIORNI - 6 NOTTI 
BASE COLLETTIVA IN LINGUA ITALIANA

MYANMAR DISCOVERY 

Giorno 1 - Arrivo con volo al mattino / Visita Yangon
Arrivo a Yangon con volo TBA. 
Disbrigo delle formalita’ doganali, ritiro bagaglio ed incontro con la guida locale parlante italiano. Trasferimento presso l’albergo prescelto. 
Camere disponibili dalle ore 14:00.
Early check in disponibile con supplemento.
Inizio delle visite con la grande statua del Buddha reclinato presso il Tempio Chaukhtatgy, la statua è lunga 72 metri, visita del centro della città di Yangon ricco di palazzi risalenti al periodo coloniale britanico che verranno ammirati esternamente, sara’ interessante e simpatico addentrarci nei vicoli e nei mercati del centro della città per ammirare le scene di vita quotidiana degli abitanti di questa città, un autentico meeting polt di gruppi etnici provenienti dalla Birmania ma anche dall’India e dalla Cina.
A seguire effettueremo la visita della pagoda Shwedagon, il simbolo del paese, interamente ricoperta d'oro, che si visiterà, nel suo momento migliore durante il tramonto.
Quando, nel 486 a.C., Buddha morì, le sue reliquie furono suddivise in otto parti, per custodire le quali furono costruiti otto grandi stupa. La Shwedagon Pagoda è la più venerata perché, come dice il nome con cui spesso è citata, "La pagoda dei sacri capelli vivi" contiene otto capelli donati dal Buddha durante la sua vita terrena.    
Buona parte della sua importanza è dovuta anche all'enorme cono dorato di quasi 100 metri d'altezza. Il suo Chedi è coperto da 2 tonnellate di oro massiccio, sulla cui sommità vi si trovano migliaia di pietre preziose e si erge su un colle di 60 m. visibile da tutta la città.
Pranzo e cena liberi non inclusi.
Pernottamento a Yangon.

  

Giorno 2 – Yangon /Bagan
Prima colazione in Hotel e check out.
Trasferimento di primo mattino presso l’aeroporto di Yangon in concomitanza con il volo domestico in partenza per Bagan alle 06:30.Arrivo all’aeroporto di Bagan e trasferimento presso il centro cittadino per l‘inizio immediato delle visite con il locale mercato di Nyaung Oo.
A seguire potremo ammirare i possenti ed immensi templi buddisti edificati dai Re di Bagan tra l'XI ed il XIII secolo, molti dei quali custodiscono al proprio interno meravigliosi affreschi ancora molto ben conservati.    
La sacra pagoda Shwezigon era una delle quattro edificate dal Re Anawrahta per commemorare la conquista delle tavole buddiste strappate al Regno dei Mon, il cui Re Manuha fu incarcerato presumibilmente all'interno del tempio che oggi porta il suo nome. Al suo fianco il monastero Nanpaya con gli enigmatici bassorilievi scolpiti sulle colonne portanti.    
Pranzo in ristorante locale.
Ma è ad Ananda che potremo ammirare lo stile di Bagan giunto alla sua completa e profonda maturazione. Dalle dimensioni imponenti, contiene 4 gigantesche statue del Buddha nonchè migliaia di altre raffigurazioni dell'Illuminato custodite in altrettante nicchie che ricoprono per intero i muri interni fino a decine di metri di altezza dal suolo! Non lontano si trova anche il monastero di Ananda Khyaung che custodisce al suo interno alcuni tra gli affreschi più belli ed enigmatici di Bagan, quindi il gigantesco tempio Thatbyinniu, il più alto di Bagan e caratterizzato dai piani alti della costruzione adibiti a residenza per i monaci.     
La giornata potrà terminare ammirando il tramonto dalla vetta di una pagoda osservando l'infinita distesa di templi e pagode che costituisce la cosiddetta valle dei templi di Bagan.    
Secondo Pernottamento a Bagan.

Giorno 3 – Bagan/Mandalay

Prima colazione e check out.

Incontro con la guida e partenza per via stradale verso la provincia di Mandalay. Lungo il percorso sarà possibile effettuare una sosta per poter ammirare in lontananza lo stupendo Monte Popa.

A seguire verranno effettuate alcune soste presso alcuni villaggi delle etnie locali, potremo osservare scene di vita quotidiana ed entrare in stretto contatto con la popolazione locale, visiteremo inoltre una locale piantagione di Palma.

Arrivo previsto a Mandalay alle 13:00. Pranzo incluso in ristorante locale.

Nel pomeriggio visita della pagoda di Kuthodaw, il tempio di Mahamuni ed il laboratorio delle lamine d`oro. La giornata potrà terminare sulla vetta della collina di Mandalay osservando il tramonto dai templi locali.

Arrivo e sistemazione in hotel al termine delle visite.

Cena libera non inclusa.

Pernottamento a Mandalay

 

Giorno 4 - Mandalay/Amarapura/Sagaing/Mingun/Mandalay

Prima colazione in hotel.

Incontro con la guida parlante italiano ed inizio delle visite, la prima tappa sarà effettuata al sud di Mandalay

Nel corso della mattinata si potrà raggiungere Amarapura ed i suoi sacri monasteri. La città è bagnata ad est dal grande lago Thaung Tha Man che viene interamente attraversato dal celebre ponte di U Bein, il più lungo ponte in legno di teak del mondo!

Sul fiume Irrawaddy si estende invece un altro celebre ponte: l'Ava Bridge, costruito in epoca coloniale e che conduce alla località di Sagaing, sacra ai buddisti che la considerano il punto terminale dell'Himalaya. La sua collina è costellata da migliaia di templi dei quali verranno visitati i più significativi: il Soon U Ponya Shin ed il U Min Tonze nonchè la Thidagu World Buddist University.

Pranzo in ristorante locale.

Nel pomeriggio visita di Mingun, antica località templare sulla sponda opposta del fiume Irrawaddy e dove oggi possiamo trovare i resti della colossale ed incompiuta pagoda Mingun Pathodawgyi nonchè della campana funzionante più grande del mondo! Si visiterà anche il tempio Myatheindan che riproduce le forme dell'universo buddista.

 

Giorno 5 – Mandalay/Kalaw/Pindaya/Inle Lake

Colazione e check out. Partenza per un trasferimento stradale che da Mandalay ci porterà sulle sponde del lago Inle, percorrendo una strada montuosa ricca di spettacolari scorci naturali.

Lungo il percorso potremmo ammirare i tipici villaggi delle etnia e le vaste foresta di Teak anche le piantaggione di varie tipi di verdure.

Sosta a Kalaw per il pranzo in ristorante locale e proseguimento per altri 50 km fino a raggiungere Pindaya. Localita’ famosa per le sue grandi grotte di calcare e il pittoresco lago Boutaloke. La strada tra Aungban e Pindaya offre panorami splendidi passando per i villaggi di Pwehla e Yay Chan Zin, popolati rispettivamente da Pa-O, Taung Yoe e Danu.

Lungo il tragitto si potranno scorgere numerose risaie di montagna non allagate e campi di patate coltivate su tumuli di fango rosso.

Pindaya e` un importante centro abitato dalla tribu Taung-yo, un’ etnia parlante la lingua birmana originaria. Tra i prodotti artigianali locali figurano la carta shan ricavata dalla corteccia di gelso e i parasole che vengono realizzati utilizzando questa particolare tipologia di carta.

II simbolo della città e` il Pin-Gu(ragno). La leggenda narra che sette principesse che stavano facendo il bagno nel lago durante una tempesta si rifugiarono in queste grotte, dove vennero imprigionate da un ragno gigante. Al termine della visita di Pindaya, proseguimento verso est scendendo di alcune centinaia di metri in altitudine fino a raggiungere un'ampia valle circondata dalle montagne e quasi interamente occupata dalle acque del lago Inle.

Arrivo e sistemazione in hotel,.

Cena inclusa in hotel.

Primo pernottamento al Lago Inle.

 

Giorno 6 – Inle Lake/ Indein

Prima colazione e inizio delle visite della zona del Lago Inle in motolancia,

La prima parte della giornata sara’ dedicata alla scoperta delle antiche pagode risalenti al XIII secolo costruite sul braccio secondario del lago dove si trovano le colline di Inn Dein Questo luogo si rtrova in una splendida posizione dominante, di rara bellezza, ed è stato reso accessibile da poco tempo. A bordo delle motolance percorrendo una intricata rete di canali rurali, e dopo una breve camminata di circa 15 minuti nel villaggio si arriva nella zona archeologica. Al termine della visita si effettuerà il pranzo in ristorante locale.

Sul lago vivono diverse etnie locali tra le quali si distinguono gli Intha che devono la loro intera sussistenza al lago stesso. Gli Intha sono infatti pescatori, ma sul lago coltivano anche ortaggi sui celebri orti galleggianti. La coltivazione più in voga è quella dei pomodori.

Visita del lago con le imbarcazioni locali, si attraverseranno i tipici villaggi degli Intha dove i pescatori remano spingendo la pagaia con le gambe. In questo modo possono conservare l'utilizzo delle mani per la pesca che praticano con reti montate su grandi telai in legno dalla tipica forma conica.

Si raggiungerà il villaggio di Ywa Ma, conosciuto per l'artigianato locale e per la presenza della sacra Pagoda buddista di Phaung Daw Oo. Non lontano si trova anche l'antico monastero di Nga Phe Khiaug che oggi i turisti internazionali conoscono per i gatti saltanti addestrati dai monaci.

Rientro in hotel al termine delle visite,

Cena inclusa in hotel,

Pernottamento al Lago Inle.

Giorno 7 – Inle Lake/ Heho/Yangon
Colazione e check out, trasferimento all'aeroporto di Heho e volo per Yangon
Completamento delle visite della capitale con il Bogyoke Aung San Market, ex Scott Market, questo importante mercato fu costruito ed inaugurato nel lontano 1926.,rimane tuttora il mercato più popolare di Yangon e di tutto il Myanmar. 
 Il mercato  ospita una grande  varietà di bancarelle di souvenir ed attira tutti i giorni centinaia di visitatori stranieri. Al’ interno del mercato si possono acquistare abiti e accessori alla moda, oro, gemme e pietre preziose come rubini e zaffiri dei quali la Birmania è una dei maggiori produttori al mondo.
Pranzo incluso presso ristorante locale.

Trasferimento all`aeroporto di Yangon in tempo utile per il volo internazionale. 

PARTENZE PROGRAMMATE DA NOVEMBRE 2019 A OTTOBRE 2020

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: info@neverendingasia.com

1/4

WATERFORD PARK - Rama 4

Bangkok, Thailand

Tel: +66(0) 20091897

Fax: +66(0) 20191523
E-mail: info@neverendingasia.com

Tourism Authority of Thailand Lic.

No.14/02613 - Association of Thai Travel Agents ATTA Member No.03211

© Never Ending Asia, 2019

  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube